https://www.youtube.com/watch?v=JZ3glUYHa3Q

Uno degli artisti preferiti del papà era il grande JACKSON POLLOCK…
A papà piaceva molto l’approccio fisico che aveva con l’opera, il fatto che tutto l’essere partecipasse come una danza mistica alla creazione dei segni, macchie, linee..per realizzare quei dipinti straordinari…pieni di energia primordiale.

Questa energia primordiale la sento vibrare anche nei quadri di papà.
Il suo dipingere nasce come emersione di una pulsione, è la manifestazione di uno stato d’animo che ignora ogni razionalità per abbandonarsi all’automaticità del gesto.

Per concludere cito una frase del critico Harold Rosenberg colui che ha dato la definizione di ACTION PAINTING (pittura d’azione), il linguaggio pittorico sperimentato da Pollock.

“Quello che finiva sulla tela non era un quadro ma un evento. I gesti che si riflettevano nei dipinti erano gesti di liberazione dai valori .politici, etici e morali.” (Harold Rosenberg)

160x100

160×100