“Moretti, che ho il picere di conoscere da molti anni, oltre ad essere un artista valido e versatile è anche un ottimo promotore culturale. In alcuni dei suoi quadri notiamo un accavallarsi e compenetrarsi di individui, in altri una sola figura, il personaggio, quale egli è, che accentra su di sè tutta l’attenzione dell’osservatore, rendendo la rimanenza dell’opera mera cornice. Moretti passa attraverso i vari generi pittorici mantenendo intatta la propria personalità artistica. Cosa fondamentale se si pensa quanto spesso sia difficile distinguere l’opera di un pittore o di uno sculture in mezzo ad altre, mentre, come mi ha fatto notare circa vent’anni or sono il critico Bottaccini, quello che distingue l’artista dal produttore di opere d’arte è che sia riconoscibile in mezzo ad altri.”(Sandro Penzo)